Territorio, Economia & Sostenibilità

Associazione Valore & Territorio

Via Carlo Dionisotti, 12
13100 Vercelli
+39 392 0226161
gilberto.borzini@gmail.com

Ciclabile Torino Milano

https://www.lasesia.vercelli.it/stories/Vercelli/5313_da_torino_a_milano_in_bicicletta_passando_per_vercelli/
 
Da Torino a Milano in bicicletta, “esplorando” le terre di mezzo. L’iniziativa “4 giorni su due ruote – E(x)plorando lungo il canale Cavour dalla Mole al Duomo”, nata nell’ambito delle manifestazioni “Aspettando Expo 2015”, propone la sperimentazione di un itinerario sulle 2 ruote, di un gruppo di testimonial e di cicloamatori, per la progettazione di una via ciclabile che unisca i parchi e le aree metropolitane, quella piemontese e milanese, lungo le alzaie di 5 canali irrigui che attraversano la campagna tra le due regioni, ovvero tra Po e Ticino. Il tutto in vista dell’Expo 2015 e nell’ottica di una promozione del cicloturismo e di una mobilità sostenibile, in particolare lungo il tracciato di 82 chilometri del canale Cavour.
A presentare l’iniziativa nella storica sede di Ovest Sesia, nella mattinata di mercoledì 21 maggio, con il presidente Ottavio Mezza, c’erano Marco Mario Avanza presidente del Parco del Ticino e del lago Maggiore, Riccardo Palma del Politecnico di Torino, Paola Lamberti in rappresentanza della Provincia, Paolo Melotti presidente di Atl e Felix Lombardi per Ascom. 
«Partendo da piazza Castello a Torino – ha spiegato Mezza – si arriverà in piazza Castello a Milano, in 4 tappe: Torino- Santhià (77 chilometri), Santhià- Vercelli (53), Vercelli -Novara (54) e Novara- Milano (73). Parteciperanno due gruppi ufficiali composti da 10 testimonial che percorreranno l’itinerario e saranno affiancati da chi vorrà provare questa avventura contribuendo a disegnare il percorso”. L’iscrizione è obbligatoria: da effettuare all’agenzia Decathlon Dmc telefono 011-19906873, e-mail: explorando@decathlondmc.it. Si può scegliere il pacchetto completo con pernottamento e mezza pensione (190 euro), ma anche una sola tappa con pranzo al sacco (25 euro). E’ assicurata l’assistenza tecnica. «E’ importante – ha sottolineato Palma – valorizzare le aree intermedie tra Torino e Milano, grazie proprio alla ciclabilità dolce, che al momento può rappresentare un elemento di sviluppo del territorio e che può creare indotto».
Il programma di venerdì 30 maggio prevede: alle 9 a Torino la registrazione in piazza Castello, alle 9,30 il raduno di rappresentanza con danzatori di Etnotango e Lcmmm e alle 10,30 partenza verso Chivasso lungo i canali Iren e Enel la ciclabile Torino San Mauro in asfalto e l’alzaia del canale Cimena con un tratto lungo il Po, sterrato. Alle 12,30 pranzo al sacco e visita alla presa del canale Cavour, alle 14 trasferimento a Santhià lungo alzaia dello stesso canale e visita al ponte sulla Dora Baltea. Alle 17 visita alla stazione idrometrica, alle 18 trasferimento a Vercelli e sistemazione in albergo e alle 20 cena libera agli stand della Fattoria in città. In alternativa, alle 20,30 per gli interessati è possibile partecipare al “Safari risaia in notturna” con cena in cascina.
Sabato 31 maggio: partenza da Santhià alle 9 e trasferimento al Canale Cavour lungo la via Francigena e visita ai resti del castello di Vettignè, alle 9,30 visita alla riseria Praino di Villarboit, alle 10,30 sosta ristoro all’Autogrill. Alle 11 visita alla tomba sifone del Sesia, alle 13 pranzo al sacco al Parco delle Lame del Sesia, alle 14 partenza per Vercelli: arrivo previsto alle 16 circa di fronte alla basilica Sant’Andrea in occasione della Fattoria in città. Cena libera agli stand e su richiesta, alle 18 visita alla mostra in Arca “Kandinsky. L’artista come sciamano”. Alle 21 serata evento in parco Kennedy. 
Domenica 1° giugno: alle 9 partenza per Novara, trasferimento a Casalbeltrame lungo la ciclabile sulla sponda sinistra del Sesia passando per San Nazzaro Sesia. Alle 12 pranzo libero, alle 13 partenza per Novara, lungo il canale Cavour, il parco delle Battaglie e la Cascina San Maiolo. Alle 16 arrivo e sistemazione in albergo. Alle 18 visita alla mostra al museo del Broletto “Caravaggio e i capolavori caravaggeschi” e alle 19,30 vista alla sede dell’archivio storico delle Acque e terre irrigue nella sede dell’associazione irrigua Est Sesia con l’esposizione dei disegni originali ottocenteschi a china e acquerello del progetto del Canale Cavour. 
Lunedì 2 giugno: alle 8 partenza e trasferimento al canale Cavour con vista al nodo idraulico di Veveri tra canale Quintino Sella e Regina Elena, alle 9 verso il ponte di Turbigo lungo l’alzaia del Canale Cavour, passando per la centrale idroelettrica “Guido Davide Orlandi”, alle 11 partenza per Corbetta sull’alzaia del Naviglio Grande fino a Robecco sul Naviglio e poi per Castellazzo de Barzi. Alle 12,30 arrivo a Corbetta e pranzo nel centro storico, alle 14 trasferimento a Milano lungo il canale scolmatore passando per il cantiere di Expo 2015 e lungo ala direttrice Gallaratese fino all’arco della Pace di corso Sempione. Alle 16 arrivo a Milano e brindisi finale.
mcg