Territorio, Economia & Sostenibilità

Associazione Valore & Territorio

Via Carlo Dionisotti, 12
13100 Vercelli
+39 392 0226161
gilberto.borzini@gmail.com

CAMMINO DI SANTIAGO E VIA FRANCIGENA

Da Maggio a Settembre chi volesse percorrere il Cammino di Santiago deve fare i conti col traffico. Il traffico di pedoni che si inseguono lungo i cento chilometri circa che danno diritto, secondo la tradizione, all'indulgenza plenaria per chi li percorre fino al Santuario di Santiago de Compostela.
Il percorso è scomodo: non sempre si trova dove alloggiare. Piove con una certa frequenza nei Pirenei e i dislivelli sono a tratti feroci.
Eppure ci sono migliaia di persone.
 
Anche la Via Francigena sarebbe un percorso interessante da percorrere, ma quante persone vedete lungo il suo percorso? Pochissime? Esatto. 
 
Perchè?
Forse perché il Cammino di Santiago è divenuto un "percorso cult"? Perché si ottiene l'indulgenza? Perché decine di video semiprofessionali circolano in rete? Perché qualcuno ha fatto dell'itinerario un programma web tv a puntate? Perché i Paesi Baschi hanno puntato molto sulla promozione del Cammino?
Di tutto un po'.
Quello che è certo è che il Spagna l'economia dei borghi interessati dal Cammino di Santiago è vivace.
 
Turisti lungo il Cammino di Santiago

Marketing della Cultura

Castelli Medievali, Moti Risorgimentali e Guerre di Indipendenza, Terre Partigiane sono solamente tre dei possibili spunti utili per sviluppare un progetto orientato a conquistare una parte dei turisti interessati al "turismo culturale". 
Naturalmente ci sono anche la Via Francigena e i percorsi del Barbarossa, i luoghi in cui dormì Napoleone e quelli in cui sorsero e vennero sterminati i movimenti eretici (Fra Dolcino annovera ancora moltissimi appassionati).
 
Attenzione, però: il turismo culturale in Europa ha un mercato definito nel 3% (trepercento) della popolazione locale, ovvero circa 9 milioni di possibili utenti che hanno a diposizione il mondo per dare sfogo alla propria passione e ai propri interessi, il che significa che:
  • la concorrenza è estremamente agguerrita
  • non si può sbagliare, perché il mercato comunica col mercato stesso (blog, web, social)
.
di conseguenzaper attirare il mercato bisogna:
  • predisporre un prodotto a pacchetto facilmente gestibile
  • facilitare il raggiungimento delle località (segnalazioni e qualità stradale)
  • disporre di un adeguato servizio di accoglienza
  • disporre di una serie di servizi di ristorazione e alloggio qualitativamente affermati
  • promuovere i pacchetti una volta definiti nei mercati di riferimento
 
Il Castello di Cereseto